Intensivo di Illuminazione – Chi sono io?

 

Articolo di Serena Vergnano

Qualcuno che lo ama quanto lo ami tu.. che arrivi ai cuori.. alle anime coraggiose e sinceramente interessate alla Verità..
E sì.. è proprio così, io AMO profondamente l’Intensivo di Illuminazione..

Quando ho deciso di partecipare al mio primo intensivo, ricordo bene cosa avvenne. Vidi per caso l’evento programmato all’Arca e non sapendo minimamente cosa fosse decisi di andare. Ricordo Sabrina che titubante mi spiegò che “impegno” dava il partecipare all’Intensivo, ma ciò non distolse il mio intento. C’era un qualcosa che mi diceva che dovevo esserci.

Nessuna aspettativa, nessun tipo di preoccupazione.. IO e la mia domanda: DIMMI CHI SEI.

Certo che so chi sono, me lo sono preparato in questi giorni! E alla fine della prima diade del mattino, tutto il discorso che la mia mente si era studiata per rispondere a quell’intenzione, venne espresso e in quel momento era chiaro che non sapevo in realtà chi veramente ero.
Ogni diade, ogni momento condiviso con gli altri partecipanti, hanno portato una sfida dopo l’altra: dolore, voce strozzata dall’impeto delle lacrime, urla per sfogare la sofferenza che mi opprimeva.. mi sono comportata da combattente, non sapendo di esserlo. Ma la cosa che più mi ha spaventato è stato che tutto quel dolore, quella sofferenza, quelle lacrime, quelle urla, le avevo create io, tutto era partito da me, dalla mia mente, dai miei sogni infranti, dai miei traumi.

Ricordo l’immagine di me, che remo sulla mia barca, nel mio fiume che conduceva alla Verità, e dall’altra parte c’ero di nuovo io che mi remavo contro. Mi sono intrappolata da sola, mi sono soffocata per non soffrire più ma così facendo mi sono anche impedita di vivere.
Alla sera del secondo giorno, con le mani che mi coprivano gli occhi, Sabrina si avvicina a me. Mi disse: “ A volte è necessario deporre le armi, smettila di combattere”.
Ero stanca, delusa, invidiosa di chi aveva raggiunto la Verità. Io ero lì che la cercavo con così tanta determinazione che persi di vista cosa intorno a me c’era.

Al mattino mi siedo davanti a Domenico e lui per l’ennesima volta mi dice che è Amore, che è Luce, che è la gioia di vivere a quel punto finalmente compresi.. Iniziai a sentire l’ossigeno che entrava nei miei polmoni, il sangue che mi scorreva nelle vene, il cielo che mi sovrastava dentro, la potenza della terra sui cui mi poggiavo, il movimento dell’aria e dell’energia che mi circondava. Ero un tutt’uno con la stanza, con il mondo, con l’universo.
Non c’erano parole per descrivere quello che stavo vivendo, un istante di pura vita.. per la prima volta nella mia vita mi sono sentita una creatura di Dio.
Domenico mi si avvicina e mi sussurra: “Benvenuta tra noi” e lì compresi, avevo avuto un’esperienza diretta, niente canti angelici o visioni di un mondo parallelo, niente fuochi d’artificio.. QUELLA era la mia esperienza diretta e come tale unica e irripetibile.
In quell’istante si è scolpito in me l’amore profondo per questa esperienza, nulla è paragonabile nella vita.. Ed è per questo che porto con la mia voce ed il mio cuore il viaggio meraviglioso che l’Intensivo di Illuminazione può portare. Tutti almeno una volta dovrebbero sperimentarlo, l’Intensivo puoi Amarlo o Odiarlo, ma quello che ti dona l’esserci non è paragonabile a nessun altro dono che la vita può darti. E quindi IO CI SONO, sempre, e invito te che stai leggendo a darti una possibilità, di essere ESATTAMENTE CHI SEI.

 

https://www.youtube.com/watch?v=4N81ZhSGVUo&feature=youtu.be