2018, l’anno dell’aiuto…

Quando inizia l'anno nuovo si cerca normalmente una particolarità per quel periodo, una caratteristica che possa far dire con fierezza ed entusiasmo: "Il 2018 sarà l'anno del…." cercando di dare una direzione, una linea guida. 

Bene, l'Arca ne ha una per voi, per noi.. per chiunque lo voglia:

 

Il 2018 sarà l'anno dell'aiuto.

 

Ci sono molti modi per aiutare: beneficenza, solidarietà, amicizia, vicinanza e … condivisione. 

Nel nostro modo, nel nostro piccolo qualcosa sul condividere possiamo dire all'Arca.

Dal 1997 molte persone si sono sedute sulle nostre sedie, hanno ascoltato le nostre parole ed hanno deciso di fidarsi, partecipare ad un corso, e magari non solo ad uno, da 20 anni a questa parte.

Ebbene, se questo è successo è perchè una persona, una prima di voi, vi ha pensato, ha condiviso ciò che aveva preso, vi ha accompagnato a conoscerci, per saperne qualcosa di più, si  è insomma occupato di voi. E lo ha fatto GRATIS, senza tornaconto, senza provvigioni (economiche o affettive) solo puramente per darvi una mano. 

E questo è esattamente il punto: Ritornare ad occuparci degli altri, anche degli altri, non soltanto.. Il nostro star bene è fondamentale, (se non stessimo bene noi come potremmo essere d'aiuto?), ma quanto paga nel nostro cuore aiutare qualcuno? Quanto ci fa stare bene? Quanta soddisfazione può dare vedere un amico a cui vuoi bene smettere di lamentarsi, ritorvarsi, ritrovare una direzione nella vita, una speranza, ritrovare il sorriso, accettarsi dove si deve, cambiare dove si può.

 

Ecco dunque la nostra scommessa, che può diventare anche la vostra:

 

Un pensiero per gli altri, un pensiero alle serate (di mercoledì, ogni 15 gg.) utili per accompagnare qualcuno ad ascoltarci, oppure accompagnarlo direttamente ad un colloquio con noi, per ritrovare direzione, serenità, fiducia, attraverso i nostri corsi o i nostri incontri.

Un modo per cambiare questo mondo, il nostro personalissimo mondo, ognuno col suo piccolo o grande contributo.

 

Ricordati che non bisogna essere perfetti per aiutare gli altri, non bisogna aver risolto tutti i problemi (c'è qualcuno che ci è riuscito?) per indicare una direzione, solo un po' di sana e meritevole voglia d'aiuto…

 

Ci sosterremo in questo progetto, te lo ricorderemo, ce lo ricorderemo. E alla fine dell'anno vedremo, se qualcosa di concreto avremo fatto…